Le strutture in conglomerato cementizio destinate a uso industriale possono essere interessate da una serie di condizioni degradanti, spesso concomitanti, principalmente imputabili al contatto e alla penetrazione da parte di sostanze chimiche per lo più artificiali.

Non è raro, inoltre, assistere a deterioramenti dovuti ad agenti fisici, come per esempio la formazione di polvere e i conseguenti attriti sulle superfici (il cosiddetto “dusting”) che possono portare, in tempi più o meno rapidi, al logoramento delle superfici stesse sino al verificarsi di “criticità operative”.

Come procedere al ripristino del calcestruzzo esposto a tali tipologie di criticità?

Riportiamo come esempio il ripristino di un edificio industriale risalente agli anni ’60, che denotava i classici sintomi del degrado del calcestruzzo, con corrosione delle armature di acciaio e disfacimento per effetto dello “spalling” (ovvero l’espulsione distruttiva) sia del copriferro, sia di porzioni del calcestruzzo.

Innanzitutto, si è proceduto alla preparazione dei supporti asportando il conglomerato degradato, con successiva spazzolatura metallica delle armature d’acciaio e saturazione con acqua.

Per la riqualificazione sono state utilizzate soluzioni Azichem coerenti con la norma UNI EN 1504: “Prodotti e sistemi per la protezione e la riparazione delle strutture di calcestruzzo” – introdotta a partire dal 1 gennaio 2009 – e corredate dalle opportune etichettature CE.

Le fasi di ripristino delle strutture degradate hanno compreso innanzitutto la protezione delle armature d’acciaio preliminarmente preparate con REPAR MONOSTEEL, passivante cementizio monocomponente per ferri d’armatura, le cui proprietà anticorrosive sono garantite dall’elevata alcalinità e dalla reazione superpozzolanica dei componenti.

Si è proceduto poi alla ricostruzione delle geometrie asportate e/o mancanti con REPAR TIX HG, malta strutturale tixotropica, a ritiro compensato, fibrorinforzata.

E infine si è eseguita la rasatura omogeneizzante delle superfici grazie all’impiego di REPAR SM, rasante cementizio strutturale, tixotropico, a rapido rapprendimento.

Le soluzioni Azichem ben si adattano a qualsiasi combinazione di fattori che renda necessaria un’operazione di ripristino del calcestruzzo in ambiente industriale, eseguita ad arte e aggiornata alla normativa più recente: contattaci per saperne di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia commento