L’agenzia nazionale ENEA ha pubblicato una nuova serie di risposte alle domande più frequenti sulle agevolazioni fiscali previste dal cosiddetto Ecobonus, scaricabili da questo link.

Tra le questioni chiarite viene inclusa quella relativa all’obbligo delle rinnovabili: un contribuente che opera la cosiddetta “ristrutturazione rilevante” di un immobile e installa un nuovo impianto termico a pompa di calore e dei pannelli solari termici, può beneficiare dell’Ecobonus unicamente nella parte di spesa sostenuta per l’impianto che produce la quota di energia termica eccedente il vincolo di legge.

Nella documentazione tecnica di una schermatura solare bisogna inserire il risparmio energetico stimato: l’ENEA suggerisce due applicazioni gratuite che utilizzano metodologie coerenti con le norme tecniche di riferimento, chiarendo inoltre alcune modalità di inserimento dati all’interno della documentazione stessa.

Tali dati possono essere corretti in caso di erroneo inserimento: viene specificato che le modifiche eventualmente consentite dipendono dall’anno in cui è stata trasmessa la richiesta di detrazione.

Nel caso di lavori completati entro il 31 dicembre 2017 la richiesta non è più modificabile, ma l’Agenzia delle Entrate riconosce il diritto del contribuente a fruire della detrazione, a condizione che l’importo delle spese sostenute e documentate sia stato indicato correttamente nelle relative dichiarazioni dei redditi.

Per i lavori completati nel 2018 è possibile rettificare i dati sul sito d’invio dell’anno in questione, rispettando altresì il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Contattaci sul nostro sito Azichem per ulteriori info sulle agevolazioni fiscali in edilizia.

Fonte: https://www.edilportale.com/news/2019/10/risparmio-energetico/ecobonus-non-spetta-per-le-rinnovabili-installate-per-legge_72943_27.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment